Biscotti della sera o per la notte

Si lo so sono un biscottaro!!

Adoro i Biscotti, a casa mia da sempre c’è una biscottiera sempre facilmente raggiungibile, piena di ogni tipo di biscotto.

Inoltre come in tutti i prodotti non sono particolarmente fedele a un tipo, la mia preferenza spesso è per i bucaneve, la “marie” ovvero le oro Saiwa o i granturchese, ma  cambio spesso per provarne sempre di nuovi. Ultimamente mi piacciono molto i balocco e la nuova linea Lazzaroni.

Insomma adoro i biscotti di ogni tipo.

Per questo quando una mia alunna mi ha proposto di realizzare un MiSSION per la messa in produzione di prodotti stra-ordinari non ho resistito a pensare quale potessero essere dei biscotti da “mucca viola”.

Dopo un pò di idee alla rinfusa che ci siamo scambiate, tipo un maldestro brain-storming, mi è venuta in mente  che spesso i biscotti vengono presentati nelle comunicazioni nel momento preciso in cui devono essere, preferibilmente consumati oppure con quale tipo di bevanda tipo:

– a colazione

-a  merenda

– con  il thè

– con il latte

– con la marmellata

– con la cioccolata.

Ma a pensarci bene non c’è un biscotto della …. SERA o della BUONA NOTTE.

Un biscotto che dovrebbe essere composto da ingredienti rilassanti, digestivi, poco pesanti ma al contempo gustosi, non necesariamente al cioccolato ( che tira molto di sera). Io consumo spesso uno o due biscotto prima di andare a dormire e magari ci fosse uno adatto lo proverei.

Un biscotto alla camomilla, alla valeriana, al ginseng, insomma quegli ingredienti che sono preferiti nei prodotti tisanici per la sera.

Lo so non è una iDEA VIRUS da prodotto incredibile, però potrebbe ritagliarsi il suo spazio nel mercato dei biscotti.

Ovvio che il packaging e la distribuzione e la comunicazione aziendale siano fondamentali per farli conoscere, però penso che come Mission potrebbe avere:

Un biscotto per dimenticare il tempo e cullare i tuoi sogni, da sgranocchiare con il tuo film preferito o libro preferito al solo scopo di soddisfare un piccolo e segreto piacere .

Di sicuro io lo acquisterei.

che ne pensate? 

Latte per il frappè

      Il Frappè, fresco, dissetante ed altamente energizzante è una delle mie numerose passioni. Voglio iniziare questo mio nuovo Blog in maniera propositiva  e lancio una idea che secondo me potrebbe essere una mini mucca viola. Oggi in commercio esistono moltissimi tipologie di latte. Dalle classiche del tipo:

  1. Scremato
  2. Intero
  3. Parzialmente scremato
  4. Bio
  5. Micro-filtrato
  6. ecc. ecc.

Alle più innovative per i piccoli, con miele, pappa reale, menta ecc. ecc. Inoltre esistono vari latte in commercio tipo:

  1. mucca
  2. capra
  3. cocco
  4. ecc. ecc.

Tuttavia a mio  parere manca una tipologia di latte per prodotti specifici per altro uso, in particolare manca in vendita, o per lo meno qua nelle Marche, un latte adatto per realizzare il FRAPPE’ a regola d’arte.

Un Frappè deve essere schiumoso ma non denso, in modo da gustare in bocca la vellutata cremina prodotta dalla centrifuga, ma non troppo densa  che non si possa succhiare dalla tipica cannuccia.

 Occorrerebbe studiare un prodotto con grassi idonei a rendere facile la cremosità di un buon frappè e la “montata” giusta con lo shock termico del ghiaccio. E che non si smonti in pochi minuti.

Specificando poi sul packaging che si tratta di latte per frappè, e magari anche per il cappuccino, e il modo migliore per realizzarlo con parole e immagini semplici e chiare.

Inoltre si potrebbe ampliare la gamma magari inserendo frutta all’interno, così magari già pronto basta solo aggiungere ghiaccio e la centrifuga.

Non so se sia una idea bislacca, ma è pur sempre una idea.

Io la propongo e cercherò di diffonderla ai produttori di latte, vediamo se qualche impresa la prende sul serio e poi controlleremo se si apre un mercato, quello del Latte Dedicato.

Se così fosse allora potremmo avere latte specifici per :

  1. frappè
  2. torte e panna
  3. gelati
  4. creme pasticciere
  5. ecc. ecc.

Chissà magari invece è una …. ta pazzesca cara al vecchio fantozzi. Ne leggerete delle belle in seguito.