4 ristoranti italiani e un film francese, la tradizione trampolino di lancio verso il futuro.

Il Post di oggi è dedicato alla ristorazione. Ho visto utlimamente alcune puntate di un programma televisivo condotto da Alessandro Borghese. 

Il programma metteva a confronta 4 ristoranti di alcune località, tipo Ferrara, Ascoli Piceno e San Benedetto, Riccione, Savona.

I ristoratori a turno ospitavano i titolari degli altri 3 ristoranti e il conduttore. Iniziavano a giudicare la location e la pulizia del locale e la disposizione dei tavoli, della tavola, ecc.ecc.

Al termine di ogni cena, che potevano scegliere liberamente,  poi  i 4  esprimevano un giudizio con un voto da 1 a 10 su 4 aspetti: location, menù, cucina, servizio (credo di ricordare). Al termine del giro dei ristoranti infine i si trovavano di fronte per commentare i voti e per conoscere il vincitore, sapendo che il voto decisivo e che poteva ribaltare tutto sarebbe stato quello del conduttore.

La scena della vittoria della vittoria finale era tipo trhiller in quanto tutti e 4 veniva imbarcati nel SUV ed erano all’oscuro del ristorante vincitore fino a quando non sono fatti scendere di fronte al ristorante vincitore. Insomma uno show ben fatto, il conduttore simpatico e non arrogante, senza  alcuna pretesa di scientificità culinaria.

Da  ITALIAN BUSINESS DESIGNER, e sottolineo ITALIAN, voglio ora esprimere alcuni giudizi di MARKETING PANDEMICO

La prima sensazione dopo aver visto alcune puntate, ultima quella dedicata  alla Mia regione, LE MARCHE è stata: ARIA TRITA E RITRITA.

Le  parole più abusate dai ristoratori e considerate  come magiche sono :

  • Tradizione
  • Classica
  • Kilometro Zero
  • Genuinità
  •  Semplicità
  • freschezza

Non parliamo di come erano i locali all’interno, solo pochi se non un paio avevano una location pensata e  creativa, per il resto erano tutti ristoranti BANALI e Senza che nessuno si fosse affidato a un interior Design. Si sa l’Italiano sa tutto e pensa di poter fare a meno dei creativi in ogni campo.

Non parliamo poi della comunicazione del ristorante, meglio evitare, nessuna conoscenza della benché minima nozione di comunicazione pandemica ,  menù banali e scritti alla bene e meglio, dall’esterno poi il locale risultava nella maggioranza dei casi anonimo. 

Tutti esprimevano i soliti triti e ritriti concetti, Nessuno, dico Nessuno che si azzardasse a dire come nello splendido FILM, 

       AMORE CUCINA E CURRY 

di cui vi consiglio vivamente la visione le uniche parole che nel mondo della ristorazione del MARKETING in generale constano:

INNOVAZIONE

INNOVAZIONE

INNOVAZIONE 

Nel film lo ripete spesso e con forza il Maitre del ristorante in cui approda il giovane cuoco indiano nel pieno della sua carriera verso la fine del film. Ma anche la protagonista interpretata da Hellen Miller, grandissima come al solito, ribadisce che la base classica serve come trampolino di lancio per le novità del futuro, occorre conoscere alla perfezione, ma solo per poi lanciarsi verso il futuro.

LA TRADIZIONE NON DEVE FARE DA TAPPO

MA DA TRAMPOLINO

UNA VOLTA CHE SI POSSIEDE LA TRADIZIONE

 DEVE FIONDARTI VERSO IL FUTURO.

Invece nei ristoranti visionati dal programma si osservano le solite ricette, raramente diverse e RICERCATE, tutti a dire la stessa cosa, nulla SORPRENDE COME PRODOTTO STRA-ORDINARIO.

NON Parliamo poi della LOCATION. Le solite  sedie, spazi assurdi e assai BANALI.

Nessun Tema, nessuna O rarissima RACCORDO tra la MISSION ed il LOCALE. 

Per non parlare poi di una simpatica ristoratrice che critica una scelta scenica del ristoratore dicendo con ribrezzo: “questo è solo per il marketing”.

Ma che cavolo vuol dire!!! Il Marketing Sono i ristoratori italiani che non sanno proprio cosa significa e cosa ancor più antipatica non sanno le potenzialità che in questo modo si negano.

Per non parlare poi di realizzare un  Negozio pandemico. Neanche lontanamente contemplato. 

Per fortuna anche in ITALIA stanno venendo fuori dei locali FANTASTICI con delle MISSION molto chiare e con successi strepitosi che stanno moltiplicando i franchising, spero facciano piazza pulita di questi vetusti e obsoleti ristoranti e si diffondanno sempre di più un cucina ricercata e INNOVATIVA sempre anche nel ristorante:

In Francia, Inghilterra , Spagna, la ristorazione INNOVATIVA E DI SUCCESSO, viene facilmente replicata in tutto il paese e anche all’estero .

In Italia ? NO, VIENE SPESO CONSIDERATA COME DECLASSATA.

Invece questi locali Sono

Stra-divertenti,pensati,

realizzati con tutte

le giuste e buone 

 Strategia della Mucca Viola. 

E SOPRATTUTTO

FANNO UN SACCO DI SOLDI E

APRONO NUOVE FILIALI OGNI MESE.

Immagino già la reazione dei ristoratori al leggere queste mie stupide riflessioni:

eh ma noi siamo superiori a loro , questi fanno business non cucina, noi siamo migliori, il nostro prodotto è di qualità, il loro INDUSTRIALE”.

AL Solito, il pensiero del vecchiume italico.

allora sapete cosa vi dico, rimanete ancorati al PASSATO E ALLA TRADIZIONE,

CHI INVECE GUARDA AL FUTURO CI CONTATTI  e Disegneremo Insieme CHE ESALTI I TUOI TALENTI.

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...