Brasilata: impresa di INVENTORI

Estrapolo, forse meglio dire Rubo,   questa informazione  dal bellissimo libro dei Prof.ri Heat dal titolo emblematico: SWITCH. Consiglio caldamente la lettura, in quanto  vi si affronta il delicato problema del cambiamento. In pratica gli autori offrono validissimi percorsi per indirizzare le nostre vite, le nostre organizzazioni verso i  cambiamenti( Penso che dedicherò un po’ di post al problema, ma ora mi ha troppo intrigato questa azienda e mi piace farvela conoscere).

L’azienda si chiama : Brasilata. E’ famosa per essere una delle industria più dinamiche, pensate un po’, dell’AMERICA LATINA. Ebbene si del sud America, Niente po po di meno che  del Brasile. Io la paragonerei ai calciatori funamboli per antonomasia provenienti proprio da quel paese, dato che esprime al meglio la creatività delle persone che vi lavorano.

Sì perché il modo con il quale gestisce il cambiamento e il modo con il quale riesce a coinvolgere le persone che lavorano nell’azienda è stupefacente nonché molto efficace. Tra l’altro produce cose banalissime come i barattoli!!! 

Ci domandiamo: come fa un’azienda che produce semplici barattoli ad essere così all’avanguardia e così ambita per i lavoratori?

Tutto cominciò nel 1987 quando l’azienda iniziò a implementare l’organizzazione del lavoro giapponese, tipo Toyota. Ogni persona sulla catena poteva interrompere il flusso in modo da avere zero imperfezioni. In pratica gli operai rivendicavano la proprietà del loro lavoro, molto diverso rispetto alla catena di montaggio fordiana.  Questo però fu lo spunto di quanto sarebbe avvenuto poi. In quanto nell’organizzazione del lavoro siffatto si spronava le persone a essere creativi ed a proporre le loro idee e soluzioni. Non solo per la parte di loro competenza, ma anche per i prodotti e tutto quanto potesse essere utile all’impresa.

In pratica sono riusciti  a  dare  valore e dignità al lavoro delle persone con il loro volere, incentivato la creatività, ed al  contempo  anno crear una nuova “identità”, ovvero, quella di far parte tutti di un’azienda che ha bisogno delle idee di tutti per esser competitivi. Tutti gli “operai” erano INVENTORI. E ai nuovi assunti venne fatto anche firmare un “contratto di INNOVAZIONE“.

Ovvio che furono varate procedure e luoghi e tempi per analizzare e valutare le idee proposte. Ricordo che i giapponesi amano le famose cassette, tipo quelle delle poste, ove chi vuole può inserire una busta con le sue idee.

Nel 2008 i dipendenti proposero circa 1 idea ogni 3 giorni, pari a 150 a testa annui, che per circa mille dipendenti fanno la bellezza di 135 mila proposte. Nel libro vengono poi elencati alcuni esempi di successo grazie a questa nuova IDENTITA’ dell’INVENTORE.

Andate a controllare su questo link quanti premi hanno vinto grazie a questo tipo di organizzazione: Premi vinti dalla Brasilata 

Peccato che non sappiamo esattamente chi e come vengono valutate le idee, e sarebbe interessante sapere invece i fallimenti di alcune idee. Che naturalmente devono essere messe in conto, così come lo scartare idee valide. Ma evidentemente viene messo in conto.

Tom Kelly  aveva già parlato nel suo libro “i dieci volti dell’innovazione” , al quale ho dedicato alcune riflessioni: l’antropologo dell’ innovazione, dell’importanza della figura dell’innovatore da contemplare in azienda.  MA Qui Brasilata fa ancora meglio secondo me. Offre a tutti la possibilità di sentirsi parte di un progetto, di essere ascoltato e magari elogiato se la mia piccola idea, anche se di un piccolo miglioramento, possa essere accolta. Un forte incentivo al cambiamento per tutti.

Risulta una della imprese in cui si desidera lavorare. A dire il vero, sogno anche io che le imprese italiche prendano spunto da questa organizzazione. Invece noto sempre che un distacco incolmabile tra chi dirige e chi esegue. Secondo con un perdita di idee e soluzione a favore delle persone cliente pazzesca perché spesso chi dirige manco usano i prodotti che producono come ad esempio:

  • prodotti farmaceutici per i piccoli e i loro modi barbari per farli assumere ai piccoli. Ma i manager li hanno i figli? hanno mai provato a dare loro la medicina che producono? secondo me no? Mille idee avrei per migliorare questo aspetto che fa imbestialire le persone.
  •  I manuali delle televisioni Panasonic in particolare e Sony. Ma chi lo ha scritto un cerebroleso? I manager lo hanno almeno spulciato? lo hanno capito? IO NO!!!!
  • Packaging di pasta, biscotti, salumi ecc. ecc. ma chi dirige li ha mai acquistati? è stato mai in cucina a controllare come vengono riposti? secondo me no!!! Sennò avrebbero già cambiato.
  • Secondo voi i capi fiat da 200 mila euro in su, guidano una FIAT? sanno la boiata che producono?

Ecco sono tutti esempi piccoli che mi fa pensare che chi dirige, spesso milionario, non si cura del prodotto per i poveri, i quali invece spesso si incazzano e cambiano prodotto, magari se ascoltassero anche solo i propri dipendenti su come migliorar il prodotto e innovarlo sarebbe ancor di più successo.

Ascoltate le persone che lavorano con voi, date loro una identità forte di far parte del progetto, premiatela sia se idea vincente sia se non vincente.

NON E’ UN COSTO 

E’

UN INVESTIMENTO 

 

 

2 thoughts on “Brasilata: impresa di INVENTORI

  1. Articolo molto interessante!

    Questo nuovo modo di produrre si adatta benissimo all’Economia della collaborazione e della condivisione che sta scalzando il sistema economico attuale.

    L’avvento di Internet, dei social network e degli strumenti tecnologici che ogni giorno le imprese mettono sul mercato non può che accelerare tutto ciò.

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...