le idee forti pandemiche con+credibili 2/3

         +       

Comunicare  e diffondere le nostre idee è una delle cose più difficili in assoluto. Il secondo post sulle IDEE FORTI che si diffondo, secondo il bellissimo libro dei fratelli Dan è dedicato ad altri due principi basilari che facilitano la trasmissione delle idee.

I due principi in questione sono molto basilari e scontati per certi versi, tuttavia sembra che abbiamo una certa difficoltà a perseguirli.

Parliamo delle IDEE FORTI che sono tali in quanto:

  1. CONCRETE 
  2. CREDIBILI 

1 + 2 = FUSE INSIEME

 CON+CREDIBILI

1- CONCRETE

Viviamo e comunichiamo in modo schizofrenico. La nostra capacità di comprensione e di assimilazione nuove idee si basa principalmente sul dato CONCRETO, comprendiamo subito e meglio solo ciò che possiamo toccare con mano, tuttavia per spiegare, comunicare agli altri  utilizziamo l’astrazione, ci distacchiamo dalla realtà concreta.

Forse l’astrazione ci arreca vantaggi di autostima, del tipo guarda quando volo alto, ma questo impedisce agli altri di seguire i nostri voli.

Forse il nostro obiettivo di comunicare non è quello di condividere ma semmai di mettere un ostacolo tra noi e gli altri. Una sorta di vanità inconscia.

Forse ci dimentichiamo che gli altri non sanno ciò che sappiamo noi, oppure che gli altri non hanno fatto il nostro stesso percorso esperienziale e diamo per scontato cose che invece non sanno. Un’altra manifestazione della maledizione della conoscenza (cfr post precedente).

Invece si necessità  fare uno sforzo di umiltà, rendere CONCRETO E TANGIBILE la nostra IDEA, in modo che gli altri la possano comprendere con facilità e magari adottarla e diffonderla  a sua volta.

Facciamo un esempio CONCRETO- Spesso capita nella compravendita trovare un venditore che parla un linguaggio tecnico, tipico è il venditore di auto (specie quelli dalla BMW a me tanto cari): ad es. un conto parlare di cavalli motore altro dire tale motore le consente di percorrere con 1 lt 16  km in un percorso collinare come le Marche.

I cavalli Motori NON SO COSA SIANO

I KM con un litro SO COSA SONO.

Alcuni Piccoli Consigli per essere concreti:

  •  Sfruttate il Contesto : il luogo ove vendete, lo spazio in cui vivete, in modo che le persone possano capire concretamente ciò che dite
  • La memoria è composta da tanti ricordi che possono e devono esser sfruttati. Immaginate che tali ricordi siano come il VELCRO.  Ecco per render concreta una IDEA individuate il ricordo nella memoria e fate in MODO CHE SI APPICCHI A UN RICORDO COME AL VELCRO.
  • Siate Trasparenti ovvero NON NASCONDETE informazioni, evitate linguaggi che siano troppo distanti dalla comprensione delle persone. Senza Paura di essere semplicisti, fate capire tutto a tutti.
  • NON USATE TERMINI ASTRATTI per comunicare la vostra idea. Il più abusato: LA QUALITA’. Un termine che non dice assolutamente NULLA e che non indirizza per nulla la nostra decisione. Ci mancherebbe altro che l’idea non sia di qualità. Dite piuttosto concretamente cosa intendete per qualità. Immagino che qui caschi l’asino. Se trovate difficile spiegarlo avete un serio problema di concretezza.
  • Corollario al punto precedente: NON USATE TERMINI ASTRUSI TECNICI SE NON PARLATE A TECNICI.  Il 99,99% delle persone non sa niente dei termini tecnici e allora NON LI USATE.

Insomma il nostro cervello lavora principalmente sul concreto poi semmai si sforza di penetrare l’astratto, ma solo in un secondo livello e momento. Pertanto per comunicare un idea e farla diventare forte occorre il massimo della CONCRETEZZA, solo in questo modo si possono condividere le IDEE e solo se condivise e a loro volta trasmesse possono essere considerate FORTI e Pandemiche.

2- CREDIBILI

La credibilità chi la Dà.  Specie alla idee innovative chi O cosa  le  rende credibili? Difficile a dirsi. Sicuramente occorre Tempo per essere credibili in quanto la credibilità impone  la verficabilità.

Si rende fiducia a una idea, si crede a quella idea, tuttavia occorre che mantenga le promesse che mi hanno spinto a darle fiducia.

Spesso si ricorre a una autorità, riconosciuta tale, che mette il suo peso e renda credibile una idea, ecco l’ampio uso nelle pubblicità di volti noti ai quali diamo fiducia e che trasmettono credibilità al prodotto che promuovono. Pensiamo anche al caso clamoroso di Giovanni Rana per i suoi tortellini.

Altre volte si pensa che siano i premi di qualche concorso a rendere credibile una idea. In Italia poi ci sono concorsi a iosa. Specie nel campo delle Start-up.  Premi alla miglior start-up dell’anno, del mese del giorno. Ecc. Ecc. Poi però non ho mai capito se queste imprese rimangono sul mercato oppure chiudono. Per quanto mi riguarda conta solo IL MERCATO non I PREMI. E là la credibilità è meno scontata.

Altre volte si pensa che la credibilità la diano le SIGLE di determinati concetti astratti, tipico del mercato FOOD & WINE. Termini come IGP. DOC. DOCG, ecc. ecc. Ma che diavolerie sono? che significano? Perchè dovrei fidarmi? chi ha dato queste sigle? perchè? ma chi ha tempo di saperlo?

Avete mai visto una sigla simile su una bottiglia di ChampagnE?  Immagino di NO. Champagne è una regione precisa del centro sud della Francia dove un consorzio stabilisce chi produce Champagne e chi non può avvalersi del nome. Basta ciò!!  Dalla metà dell’800 l’ebbrezza del Nome OMEN Champagne dice tutto e di più. Vuoi mettere rispetto allo Spumante DOC?

Le sigle inventate NON DANNO CREDIBILITA’ MA fanno solo incavolare, perchè non MI FIDO DI CARROZZONI PARA-STATALI CHE METTONO SIGLE AL CIBO O AL VINO.

In particolare la credibilità la diamo a quei prodotti che ci sono presentati da chi conosciamo e ci fidiamo. La fiducia risposta in una persona si trasferisce all’IDEA. Lo so è semplicistico ma se ci pensiamo bene è così.  Ci fidiamo solo di alcune persone e loro sono credibili. Le possiamo verificare sempre, chiedere dettagli, e semmai insultarlo se ci hanno dato un consiglio che non si è rivelato all’altezza.

Tuttavia siamo positivi e pensiamo che data la vicinanza l’altro non ci venda una IDEA che non sia all’altezza della sua credibilità, o per lo meno lo fa in buona fede e caso lo perdoniamo e offriamo a lui la nostra esperienza negativa che lede la credibilità.

Si conferma ancora una volta l’importanza del Buzz Marketing per imporre una IDEA. La credibilità passa per forza dalle cerchie che ci sono più o meno vicine. Di conseguenza il Tempo rende credibile una IDEA, solo un costante lavoro di trasmissione della IDEA attraverso le varie esperienze delle persone rende una IDEA credibile e Pandemica.

In sostanza le IDEE FORTI SI DIFFONDONO MOLTO MA MOLTO MEGLIO SE POSSIEDONO LE CARATTERISTICHE DELLA CONCRETEZZA E DELLA CREDIBILITA’ in una parola se sono

CONCREDBILI

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...