La strategia Barbell per il Marketing Pandemico

 

Quando si legge un libro e ti rimane dentro uno stordimento assoluto, forse è ora di rileggerlo perché sicuramente qualche utile intuizione esce fuori alla luce del sole.

Così è stato per il cigno nero e per il seguente Antifragile di Nassim N. Taleb. Che consiglio vivamente a tutti.

Per chi fa Marketing il cigno nero non dovrebbe essere una novità, anzi di questi tempi si pensa che ce ne siano molti, in realtà la storia è sempre la stessa.

Un prodotto che va alla grande, magari per anni, improvvisamente non va più vedasi moltissimi esempi illuminanti: la Kodak con l’avvento del digitale, la china liquore al posto dei nuovi liquori tipo il Vermouth, la penna a sfera  che distrugge le  stilografiche. Nel sistema moda  è la norma, appare un qualcosa di nuovo e il vecchio scompare, da sempre. E la Nokia dove la mettiamo poi, con l’avvento del tempestoso Apple  I-phone?

Ma succede anche il contrario, un articolo al quale si dava poco  o nulla credito improvvisamente esplode nelle vendite. Penso che a tutti voi è capitato sia  il primo caso che  il secondo. Possiamo cercarne le cause, noi professoroni indulgiamo su questo aspetto, ma la verità è che spesso le cause sono talmente tante e imponderabili che solo a posteriori possiamo minimamente, ma solo minimamente pensare di capire il perché sia esploso tale prodotto e magari raccontarlo agli studenti o scriverlo sui blog. Quando in realtà sono innumerevoli le cause non ultimo il CASO.

 

  1.  limitare il cigno nero negativo

  2.  esaltare il cigno nero positivo.

Per cigno nero intendiamo un evento che non possiamo prevedere del futuro prossimo o remoto.

  Tutto ciò che riguarda le pre-visione sono emerite STRONZATE!!!

Come si fa a pre-vedere cosa succederà del nostro prodotto domani? tiriamo a indovinare ovvio, a volte ci prendiamo, ma per lo più sono nostre visioni campate sul nulla.
Le previsioni spesso se non sempre si basano su estrapolazioni del passato rivolte al futuro. Si le pensa e spera che l’evoluzione sia lineare ed abbia solide radici, quando in realtà il passato nn dice nulla sul futuro del nostro prodotto e per di più ha le ali per volare non le radici per essere piantato e visto da noi. Il passato serve a nulla nelle previsioni.
ChI prevede giusto assurge a genio della lampada, ma state pure certi che nel giro di una notte scompare l’effetto magico.

Occorre essere EMPIRICI E REALISTI, ovvero legati al mettere in pratica le cose ed osservare se vanno, pronti a cambiar strada nel caso non risultassero in linea con le nostre attese.     il metodo induttivo, ovvero dal basso verso l’alto con intelligenza risulta sempre vincente.

Dobbiamo sempre e sole essere ESTOTE PARATI, sempre pronti, sia per il primo evento che per il secondo. In pratica si tratta di adottare una strategia che contempli la possibilità che arrivi un cigno nero  negativo, e ci spazzi via, e al contempo che permetta l’avverarsi di un cigno nero positivo che ci faccia guadagnare infinitamente.</

Proviamo a metter in pratica quanto Taleb ci scrive, ovvero cerchiamo una strategia che ci permette di guadagnare con i cigni neri postivi e limitare quelli negativi.

COME SI METTE IN PRATICA TALE STRATEGIA:

  1.  Fondamentale è il percorso che si sceglie la path dependence ovvero “non c’è niente che possiate realizzare sia in fretta che in sicurezza” Publio Sirio. Scegliete bene il percorso che state per intraprendere in modo che sia robusto, meglio se antifragile, e non al fragile.

Antifragile significa ciò che migliora nel caso succeda il peggio ed il meglio.

Esempio: se viaggiate troppo veloci e vi schiantate il vostro profitto è zero. Idem se sbagliare percorso vi porterà a perdere tutto, troppa esposizione al cigno nero negativo sarebbe fatale. Scegliete un percorso che vi esponga al rischio si, ma con la possibilità sempre di sopravvivere, in modo che possiate modificare percorso ed evitare di “morire” in termini aziendali.

2.   La strategia del Bilanciere consiste nell’andare sul sicuro in alcuni ambiti di impresa e correre tanti piccoli rischi in altri ambiti in modo da esporsi ai cigni neri positivi.

Esempio:  in un assortimento ovvio che dovete cavalcare l’onda e mantenere capi che “vanno”, ma almeno un buon 10% rischiate con prodotti UNICI e ALTERNATIVI, col rischio ovvio dell’invenduto. Ma immaginate se beccate una linea che solo voi avete ……. immaginate la fila fuori dal vostro negozio!!! Solo un rischio minimo, invenduto per alcuni anni, può permettervi, NON E’ SICURO, ma almeno avete tentato di essere milionari.

3. Il tempo è indipendente, pertanto è una strategia che deve essere portata avanti con costanza e speranza. Impossibile da stimare il momento e l’occasione in cui si materializzerà il cigno nero positivo, con la concreta possibilità che non si manifesterà, e magari lo lasciamo in eredità ai nostri pargoli.

RIASSUMENDO OCCORRE AVERE:

  1.  UNA AVVERSIONE ESTREMA AL RISCHIO, che ti farebbe morire

  2. un favorevole amorE PER IL RISCHIO

  3. RICORDA IL TEMPO è UNA VARIABILE INDIPENDENTE

In pratica occorre essere al contempo razionali e folli.

Aprire le porte al caso estremamente favorevole ed al contempo limitare il caso estremamente negativo.

In ogni decisione occorre pertanto valutare le conseguenze: se tali risultano disastrose nel peggiore dei casi, desistere.

Se invece risultassero  mediamente dannose, ma con possibilità infinite in un caso unico, allora buttatevi a capofitto. Sapendo che però non avete la certezza assoluta di riuscire cogliere il cigno nero positivo.

“Occupati del peggio; il meglio può fare da sé” proverbio Yddish

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...