Marketing Pandemico e la competizione della coda lunga

Ieri ho avuto tre interessanti colloqui di consulenza, gratuita, presso l’istituto dove ho contratto di docenza e al telefono con un simpaticissimo follower.
Facendo decantare le parole scorse nei colloqui un aspetto in comune mi ha particolarmente fatto riflettere.

Il fatto che tutti sottostimavano, o addirittura non consideravano, i concorrenti o meglio i competitori possibili, probabili presenti e futuri.

Competere deriva da Cum-petere ovvero collaborare per …., in pratica una forte competizione impone di mettere al primo posto la nostra creatività e fare meglio dell’altro, in questo modo leale ognuno apporta migliorie questo va a beneficio di tutti, ecco anche come si crea e allunga la coda lunga.

Il fatto di competere però non esime dal fatto di avere informazioni su cosa i nostri competitori fanno e rispettarli massimamente, non temerli e semmai superarli e differenziarsi da loro.

Uno schema semplice per valutare la nostra competitività è quello del prof. Michael Porter. Un grandissimo studioso di ec. aziendale.
Talmente bravo da non meritare da canadese il Nobel, in modo da darlo a inutili macro-economisti parlanti del sesso degli angeli.

Lo schema sopra riportato evidenzia 5 FORZE COMPETITIVE da valutare
per ottenere una vantaggio competitivo rispetto ai concorrenti :

1- I CONCORRENTI NEL MERCATO:
occorre conoscere quanti sono, almeno a spanne, chi e dove sono, cosa fanno. Tutte le informazioni sono assai utili. Si sa le informazioni costano per questo occorre spendere.
Chissà scopriamo il prodotto dei nostri concorrenti è stra-ordinario mentre il nostro non lo è.
Tali costi sono più un investimento che un costo in sè. Solo in questo modo possiamo creare cose nuove e la coda lunga si allunga.

2- I FORNITORI
La valutazione e il continuo controllo sui fornitori è essenziale, spesso sono loro la principale fonte di informazione. Necessario sempre metterli in condizione di migliorare il loro prodotto per noi.

3- Clienti
Meglio riferirsi a loro come persone alle quali vogliamo offrire il nostro prodotto. Qua vale quanto detto in tutti gli altri post.

4- Prodotti sostitutivi
Nota spesso dolente, pensate all’impero KODAK svanito grazie a un prodotto sostitutivo. Sarebbe bastato che si fossero accorti dell’avanzare della tecnologia,piuttosto che vedere crescere i profitti, e forse non sarebbe saltata. Dedicherò alcuni post ad aziende fallite, nonostante il loro iniziale successo.

5- POTENZIALI CONCORRENTI ENTRANTI
State pur certi che se la vostra offerta apre un enorme mercato, prima o poi attirerete nuovi e importanti concorrenti. Da non sottovalutare. I miei amici aziendalisti a tale scopo parlano di barriere all’entrata e all’uscita, ma le barriere spesso
sono fatte per essere aggirate e non abbattute. Pertanto BE CARE.

Concludendo lo schema di PORTER ci aiuta a considerare umilmente gli altri competitori, che possono metterci in difficoltà e ci costringono non solo a migliorare costantemente ma anche a trovare soluzione inedite per differenziare e magari offrire prodotti stra-ordinari e creare nuove domande.
La coda lunga si allunga proprio grazie alle forze competitive, dobbiamo solo non avere paura e mettere sempre più creatività nei nostri prodotti, in modo da essere sempre una mucca viola, direbbe il simpatico Godin.

Annunci

3 thoughts on “Marketing Pandemico e la competizione della coda lunga

  1. Ciao, la mia aspirazione è che la concorrenza sfrutti le mie eventuali innovazioni(io le loro), intrecciandosi ed evolvendosi simmetricamente nel mercato: pandemia?

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...