Il marketing è deduttivo o induttivo

Platone e Aristotele

Prendo spunto da un post letto poco tempo fa su un gruppo di linkedin in cui un collega affermava che il
marketing è scienza. Nella lettura del post si capiva che il collega confondeva la metodologia scientifica
ovvero il rigore di azioni pianificate per il raggiungimento della “mission” e degli obiettivi.
Ovvio che prima di rispondere alla affermazione occorre chiedersi cosa si intende per scienza.
Senza tediarvi con argomentazioni varie da filosofi, andiamo alle fonti primarie, da coloro
che per primi si sono posti la domanda su come risolvere in maniera unica problemi posti
dalla conoscenza.
Tra i primi furono Platone e Aristotele.
Il primo amava il metodo DEDUTTIVO : dall’:Universale al particolare
Il secondo prediligeve il metodo INDUTTIVO: dal particolare all’UNIVERSALE
Ora come si giunge alla conoscenza per ricavarne una scienza?
Secondo aristotele tutto parte dalla ricerca e dalla osservazione,
il suo maestro invece credeva che occorreva farsi carico di capire
il mondo dalla “idee” (illuminazione) per poi ricavarne una legge che
andasse bene alla realtà.
Ora sulla base di ciò pensa sia facile intuire come il Marketing si basa
sul modo di ragionare di ARISTOTELE.
Il lavoro scientifico del marketing deriva dalla intuizione della realtà “futura”,
e qui sta il punto perchè proprio il fatto che ci immaginiamo il futuro, allora occorre
riconoscere a Platone che anche il suo metodo ci occorra,
una “idea” che plasmi la realtà e che crei le condizioni per avere successo.
In conclusione il Marketing è una “scienza” che coniuga indissolubilmente
il metodo Induttivo e il metodo Deduttivo.

Annunci

8 thoughts on “Il marketing è deduttivo o induttivo

  1. Mi perdoni, ma l’affermazione su Platone e Aristotele è completamente errata. Entrambi, come praticamente tutti i filosofi classici e scolastici, ritenevano che la deduzione fosse l’unica forma di ragionamento valida, tanto che il termine “sillogismo” in greco era una metonimia per “sillogismo deduttivo”. Proprio Aristotele soleva dire “del particolare non si dà scienza”. Perché qualcuno si decidesse ad attribuire all’induzione un valore scientifico si dovette attendere circa 2000 anni, ovvero l’avvento di Francis Bacon, il quale ideò un metodo per quella che Popper più tardi definì l'”induzione per eliminazione”. Temo che sia incappato in una fonte inesatta.
    Da Armando Toscano

    Mi piace

  2. paolo orlandi • Grazie signor Armando,
    Ha perfettamente ragione. Il mio riduzionismo aristotelico è dovuto alla scolastica Medievale che esalta riduce e amplifica il pensiero aristotelico. E per chi studia teologia aristotele è filtrato dai pensatori medio-evali tipo Tommaso,Abelardo, duns scoto e G. da Hockam.
    Inoltre per nn tediare ho conciso un po’ troppo. La ringrazio infinitamente della sua pregevole chiarezza. Spero mi consentira’ di poterla evidenziare come commento nel mio blog. Così i miei alunni saranno contenti che anche i prof. sbagliano e di brutto.
    Grazie ancora

    Mi piace

    1. Armando Toscano • Mi perdoni, ma l’affermazione su Platone e Aristotele è completamente errata. Entrambi, come praticamente tutti i filosofi classici e scolastici, ritenevano che la deduzione fosse l’unica forma di ragionamento valida, tanto che il termine “sillogismo” in greco era una metonimia per “sillogismo deduttivo”. Proprio Aristotele soleva dire “del particolare non si dà scienza”. Perché qualcuno si decidesse ad attribuire all’induzione un valore scientifico si dovette attendere circa 2000 anni, ovvero l’avvento di Francis Bacon, il quale ideò un metodo per quella che Popper più tardi definì l'”induzione per eliminazione”. Temo che sia incappato in una fonte inesatta.
      1 giorno fa• Consiglia

      paolo orlandi • Grazie signor Armando,
      Ha perfettamente ragione. Il mio riduzionismo aristotelico è dovuto alla scolastica Medievale che esalta riduce e amplifica il pensiero aristotelico. E per chi studia teologia aristotele è filtrato dai pensatori medio-evali tipo Tommaso,Abelardo, duns scoto e G. da Hockam.
      Inoltre per nn tediare ho conciso un po’ troppo. La ringrazio infinitamente della sua pregevole chiarezza. Spero mi consentira’ di poterla evidenziare come commento nel mio blog. Così i miei alunni saranno contenti che anche i prof. sbagliano e di brutto.

      Mi piace

  3. Posso solo dire con sollievo che ho trovato qualcuno che sa realmente di cosa sta parlando! Lei sicuramente sa come portare un problema alla luce e renderlo importante. Dovrebbero leggerlotutti per capire questo lato della faccenda.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...