il potere del contesto ambientale: terreno ubertoso

Un terreno “ubertoso” per diffondere la Pandemia

Tutti noi siamo fortemente influenzati dall’ambiente, dal contesto in cui siamo immersi.

Siamo come dei pesci che nuotano in un mare di realtà che ci influenza e caratterizza ogni nostra azione, sia in modo consapevole e direttamente, sia in modo indiretto ed inconsapevole.

Tipico esempio sono alcuni esperimenti sociologi che hanno creato le condizioni migliori per la soluzione di un determinato problema.

A New York per tutti gli anni 70 e gran parte degli anni ’80 esisteva una criminalità diffusa e  incontrollabile. Le uscite serali erano ridotte al minimo, troppa paura di fare cattivi incontri. La Metro risultava off-limits per chiunque, a meno di chiamarsi Rambo ed essere Rambo.

Ad un certo punto però, i cittadini di New York si riappropriarono della loro città.

COME HANNO FATTO?

Semplice con piccoli ma significativi passi nella direzione giusta, a partire dal contesto. Prima di tutto la dirigenza della Metro, iniziò ad applicare quella che viene chiamata in gergo la teoria delle finestre rotte.

Questa teoria impone che ove si permetta un piccolo gesto contro la proprietà privata è facile che poi si compia un gesto eclatante contro un bene maggiore se non addirittura contro la vita stessa. In pratica se si vive in un ambiente ove regna l’indifferenza anche solo ad una semplice finestra rotta, alla lunga si accettano gesti via via sempre più forti.

Se invece si ripara con solerzia la finestra rotta il segnale è opposto, e spinge tutti a rispettare le regole della convivenza civile.

Ecco la soluzione che attuarono i dirigenti della Metro:

1- pulizia continua e perfetta delle carrozze della metro

2- far pagare il biglietto a tutti

3- controlli continui su tutta linea per far pagare a chi rompe

impiegarono 8 anni a regolarizzare il servizio, tuttavia alla fine si ebbe la meglio. La città a metà degli anni ’80 era fuori dal tunnel in cui si era cacciata.

Ci fu anche un episodio scatenante e che aiutò la città al risveglio. Un uomo bianco assalito da 4 tepppisti di colore reagì e uccise due di loro ferendo gli altri due. L’uomo fu assolto dai giudici, ricordate che siamo in USA in Italia i compagni magistrati sarebbe stato lui in galera, fu osannato dalle persone che vollero dimostrare a quell’uomo solidarietà e a se stessi che era ora di farla finita di lasciare la città ai teppistelli che poi si sarebbero trasformati in grandi criminali.

Per concludere sottolineo il fatto che il contesto conta, occorre curarlo per ottenere ciò che si vuole.

L’ambiente inteso in senso lato, significa anche la cura che si mette nel trasmettere il messaggio, non deve essere disambiguo, ma chiaro preciso   e veloce, deve essere compreso in modo spontaneo dall’interlocutore.Per diffondere una Pandemia politica occorre che i luoghi di diffusioni rispettino il messaggio che si intende trasmettere. Maggiormente il contesto risulta chiaro e identificato meglio il contenuto viene recepito e la Pandemia inizia a diffondersi.

Un ambiente ubertoso, che significa capace di essere fertile al massimo livello  ovvero capace di accogliere semi che cresceranno fino a diventare fiori che con il loro profumo invaderanno l’aria e con il polline trasportato dagli agenti diffonderanno la Pandemia Politica.

 

4 thoughts on “il potere del contesto ambientale: terreno ubertoso

    1. Caio Walter e
      grazie per l’apprezzamento.
      Hai perfettamente ragione, avevo proprio in mente di farlo,
      è il tempo che mi manca soprattutto per
      la ricerca di esempi italici.
      Ne ho molti ma tutti stranieri.
      Se non trovo altro li pubblico esterofili.
      grazie ancora

      Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...